La présentation est en train de télécharger. S'il vous plaît, attendez

La présentation est en train de télécharger. S'il vous plaît, attendez

Le Roi Lear de Giorgio Srehler

Présentations similaires


Présentation au sujet: "Le Roi Lear de Giorgio Srehler"— Transcription de la présentation:

1 Le Roi Lear de Giorgio Srehler
1972 : création au Piccolo Teatro di Milano 1977 : reprise à L’ Odéon Scénographie et costumes : Ezio Frigerio Musique: Fiorenzo Carpi Re Lear autore: William Shakespeare traduzione: Angelo Dallagiacoma, Luigi Lunari regia: Giorgio Strehler scene: Ezio Frigerio costumi: Ezio Frigerio musiche: Fiorenzo Carpi      Tipologia: Manifesto Grafica: E. Fioravanti-G&R Associati Dimensioni: 100x140 Immagine: foto Luigi Ciminaghi Note: 40x57ancheinversione Un uomo vecchissimo come un bambino       Sempre la scena del risveglio di Lear. Una immagine lancinante: un uomo vecchissimo come un bambino appena nato da un sonno di morte, bianco e diafano, le mani raccolte, piccole unghie incredibilmente trasparenti, nel grembo di una giovanissima quietamente seduta, composta, che gli accarezza lenta i capelli, li scosta dalla fronte piena di crepe azzurre come vene sottilissime. Il gesto dolcissimo, il sorriso, la tenerezza, la pena, l’amore, la pietà per la vita che ritorna, che riaffiora. Il vecchio ha le ginocchia piegate, i pugni quasi stretti, e respira appena. Poi apre gli occhi e fissa quelli della giovane. Il vecchio è il padre. La giovane è la figlia. Il padre che rinasce alla vita (la più vera di sé) dalla figlia che l’ha «amato sempre». La figlia-madre, eternamente. Il cerchio della vita e delle età che si chiude in un gesto. In un atto d’amore. Alla fine, quando Lear porta dentro Cordelia, Cordelia è nelle sue braccia: l’idea di un fantoccio rotto, un fantoccino pallido, esangue, dal viso bianco bianco. Lear la porta proprio come un fantoccio, quasi facendogli trascinare le punte dei piedi per terra, tenendolo abbracciato, al petto, con fatica perché pesa, nonostante tutto. I piedini sfiorano il fango e qualche volta strisciano lasciando una riga più lunga. L’avanzata è faticosa. Poi sul davanti (al centro? più avanti ancora? sulla passerella dopo aver tirato giù Cordelia-fantoccio morta?), la lascia andare a terra, scomposta, e la guarda in ginocchio, come un bambino antichissimo che guarda il suo giocattolo rotto. Con curiosità. Qui arriverà la battuta «my poor Fool is hanged». Oppure durante le battute di Kent, Lear avrà incominciato a toccare il fantoccio-Cordelia, a darle piccole scosse, ritirandosi per vedere l’effetto del colpo, tirandola poi per le braccine, poi sollevando un braccino per il polso, in alto, piegandolo un poco e poi lasciandolo. Il braccino ricade morto e resta. Lear allora, proprio alla battuta, in ginocchio, accucciato ha un lampo. La fissa, si allontana col busto, si riavvicina lentissimo con le palme a terra, fissando Cordelia faccia a faccia e mormora, adagio, con orrore tenerissimo, al di là del male: - «Ti hanno impiccato, povero Matto mio!». E furiosamente se la stringe al cuore, mentre le braccine inerti dondolano nel ritmo di una straziante ninna nanna, perduta, immemore.     Appunti di regia del Re Lear Appunti preparatori per l'allestimento dello spettacolo del Re Lear andato in scena nel 1972 e ripreso nel 1973, 1974, 1977, e 1978 Appunti per il «Re Lear» stagione     Re Lear . 1951: Paolo Grassi et Giorgio Strehler avec Brecht au centre lor de la fondation de l’école du Piccolo Teatro

2 Trois esquisses d’ Ezio Frigerio pour le dispositif scénique
autore: William Shakespeare traduzione: Angelo Dallagiacoma, Luigi Lunari regia: Giorgio Strehler scene: Ezio Frigerio costumi: Ezio Frigerio musiche: Fiorenzo Carpi      Tipologia: Bozzetto Titolo bozzetto: PARTICOLARE Dimensioni: 84 X 65,5 Tecnica: DISEGNO RILEVATO A PASTELLO SU CARTA autore: William Shakespeare traduzione: Angelo Dallagiacoma, Luigi Lunari regia: Giorgio Strehler scene: Ezio Frigerio costumi: Ezio Frigerio musiche: Fiorenzo Carpi      Tipologia: Bozzetto Titolo bozzetto: DISPOSITIVO SCENICO Autore: Ezio Frigerio Dimensioni: 99 X 70 Tecnica: TEMPERA E TECNICA MISTA SU CARTONCINO Re Lear autore: William Shakespeare traduzione: Angelo Dallagiacoma, Luigi Lunari regia: Giorgio Strehler scene: Ezio Frigerio costumi: Ezio Frigerio musiche: Fiorenzo Carpi      Tipologia: Bozzetto Autore: Ezio Frigerio Dimensioni: 77,5 X 66,5

3 Re Lear autore: William Shakespeare traduzione: Angelo Dallagiacoma, Luigi Lunari regia: Giorgio Strehler scene: Ezio Frigerio costumi: Ezio Frigerio musiche: Fiorenzo Carpi      Fotografia: Ciminaghi Luigi

4 autore: William Shakespeare traduzione: Angelo Dallagiacoma, Luigi Lunari regia: Giorgio Strehler scene: Ezio Frigerio costumi: Ezio Frigerio musiche: Fiorenzo Carpi      : Renato De Carmine Tino Carraro Fotografia: Ciminaghi Luigi

5

6 2004 compagnia del Teatro Stabile
Le Roi Lear (Re Lear) d’Antonio Calenda 2004 compagnia del Teatro Stabile Lear : Roberto Herlitzka Cordelia : Daniela Giovanetti Gonerilla :Rossana Mortara Regana : Arianna Ninchi Duca di Cornovaglia : Marco Casazza Duca di Albany : Stefano Alessandroni Conte di Kent : Osvaldo Ruggeri Conte di Gloucester : Giorgio Lanza Edgar : Luca Lazzareschi Edmund : Alessandro Preziosi décors : Bruno Buonincontri lumières : Nino Napoletano musiques : Nino Napoletano

7 LEAR A te e ai tuoi eredi rimanga per sempre quest’ampio terzo del nostro splendido regno, non inferiore per spazio, valore e bellezza a quello assegnato a Goneril. E ora, nostra gioia, sebbene l’ultima e la più piccola, per il possesso del cui giovane amore sono in lizza le vigne di Francia e il latte di Borgogna : cosa sai dire per guadagnarti un terzo più opulento di quello delle tue sorelle ? Parla. CORDELIA Niente, mio signore. Niente ? Niente. Dal niente nasce il niente : parla ancora. Infelice che sono, non riesco a sollevare il mio cuore fino alla bocca. Amo Vostra Maestà secondo il mio dovere : né più né meno. Suvvia, Cordelia! Correggi un po’ il tuo discorso se non vuoi guastare le tue fortune. Mio buon signore, voi mi avete generata, nutrita, amata. Io vi corrispondo secondo il dovuto, vi obbedisco, vi amo e al di sopra di tutto vi onoro. (traduzione di Agostino Lombardo, 1990)

8

9

10

11

12

13 Vidéos pour aller plus loin
LEAR de Fréchuret : bande annonce LEAR de Sivadier Théâtre des Amandiers Le lEAR d’ Anna Mele en turkmène PWT - Shakespeare : un résumé de la tragédie du Roi Lear En passant par le module Recherche du site Vous trouverez d’autres documents Voir également sur le Site ArchitheA Ecole spectateur : Roi Lear autour de la version de Laurent Fréchuret : Vous trouverez au lien suivant un recueil de textes sur le Roi Lear. Il regroupe des notes d'intentions, interview et diverses critiques qui permettront de mieux savourer la mémoire de la version de Laurent Fréchuret André Engel : « Le public n’est jamais renvoyé à ses propres insuffisances mais toujours aux insuffisances de la scène, c’est cela qui l’autorise à juger ». Le Roi Lear : Les réécritures du texte de Shakespeare ou les infortunes de la vertu... Roi Lear : Sivadier et son trapèze rallument la querelle du metteur en scène tyran : « big Brother de la coulisse » ? Traduire Shakespeare suppose-t-il qu’on ait des vues sur le sexe des canards sauvages ? Une réflexion d’André Gide. King's Lear synopsis Le Roi Lear : aventures diverses du texte de Shakespeare et de ses représentations.

14 Sitographie indicative :
thttp://www.fedephoto.com/ des photographies de la version Sivadier de Jacky Ley et Agathe Poupeney] Ceci est un essai qui ne demande qu’à être « transformé », toute suggestion, compléments d’informations, sont les bienvenus… Contact :


Télécharger ppt "Le Roi Lear de Giorgio Srehler"

Présentations similaires


Annonces Google